IMPAZIENTI

Si mormora esistano bambini che, malati, si abbandonino alle braccia delle mamme, facendosi cullare e scrutando il mondo con occhi tristi, ma quieti…forse un po’ vuoti va’. Si mormora esistano bambini che, malati, crollino in lunghissimi sonni pesanti, rigeneranti per loro e per chi gli sta intorno. Da queste parti siamo fermamente convinti si tratti dell’ennesima leggenda metropolitana, nata per far sentire mostri e inadeguati i genitori. I Patasgnaffi malati sono dei mostri. Delle cozze frignanti e ininterrottamente irrequiete. Inconsolabili e dispotici 24 ore su 24. Patasgurzo ha sempre avuto l’attenuante del sesso…in fondo è un maschio, e chiunque abbia avuto a che fare con un maschi malato (che non fosse Rambo) sa di cosa sto parlando. Patasgnaffa da piccolina era sempre malata, e quindi si poteva anche capire che non ne potesse più.Poi ha imparato la sacra arte della drammatizzazione e quindi non se ne vede uscita. Ma Patagnoma li batte tutti e due. Che culo.(pardon)

7 thoughts on “IMPAZIENTI

  1. Non è che i tuoi siano impazienti in maniera particolare…è che sono tre e se si ammalano a rotazione o, peggio, tutti insieme, non c'è mamma che tenga.
    Che ne dici di una chiacchierata intercontinentale? Ce la fa Patasgnaffa?
    Così tu intanto fissi le fiammelle, i fornelli, le cnadeline di compleanno o quello che vuoi….
    Baci grandi!

    Mi piace

  2. Tutto passa, son solo giorni, fiori ammaccati in un bellissimo bouquet…questo è il mio mantra. Potessi sedermi a fissare una fiammella ondeggiante sarebbe anche meglio.
    Ma le vostre parole sono un mantra più di impatto. Grazie!
    ( intanto la febbre è ritornata…tifiamo tutti per Patasgnaffa…resisti!!!!)

    Mi piace

  3. Oddio… anch'io credo che quello che racconti dei bimbi malati dormienti, esausti dalla malattia, bla bla bla… non sia vero : P
    La mia non è proprio così, anzi.
    Io da malata, a dire il vero, a meno che non mi faccia proprio crollare il cervello con 39 di febbre, continuo a fare e disfare. L'unica cosa è che io non sono lamentosa, ne' piangiona (non ho proprio il dono delle lacrime, purtroppo, quasi sto pensando alla psicanalisi per capire dove sono finite le mie lacrime), non sono neanche dolorante ed esagerata come il fiore dei miei occhi… mamma mia!… io credo che da qui vado direttamente in paradiso. Anche tu. Dai che ogni giorno è sempre uno in meno!

    Mi piace

  4. Io da malata cadevo in una sorta di coma vigile, per giorni e giorni. Naturalmente, per la legge del contrappasso, i miei nani si trasformano in iene isteriche e idrofobe. Entrambi. Per giorni.
    Hai ragione, siamo nate noi e han buttato lo stampo!

    Mi piace

  5. Io da piccola {e anche adesso} mi facevo delle gran dormite..quindi penso non si tratti di una leggenda metropolitana! Spero che {quando succedera'} in questo i miei figli prendano dalla mamma 😉
    Tieni duro Gaia!!

    Mi piace

i tuoi commenti mi riempiono di gioia

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...