L’ESONERATO

Quest’anno abbiamo deciso di esonerare Patasgurzo dall’ora di religione….anzi dalle ore di religione, infatti la spinta ce l’ha data il renderci conto che le ore di religione erano due e pure di seguito, perchè quindi non usarle per qualcosa di più utile (a nostro parere) come un po ‘più di inglese?.
In una scuola dove tutto viene tagliato, in uno stato che dovrebbe essere laico certi baluardi rimangono saldi e intoccabili. La nostra maestra di inglese invece quest’anno è stata “tagliata”. A sostituirla ci penserà quella di matematica che, d’altronde, in prima insegnava arti visive…..Dunque sta a noi organizzarci come si può.
Fin qui tutto bene, tranne che in un paese piccolo, o in una scuola poco organizzata, anche le procedure più semplici rischiano di diventare rocambolesche.
L’esonero l’ho comunicato, con dovuto modulo, in segreteria alla fine dell’anno scorso. Settimana scorsa ho ricordato a Patasgurzo che lui non avrebbe dovuto fare religione ma sarebbe dovuto uscire con le sue due compagne musulmane per recarsi chi sa dove. Arrivata la maestra di religione il bambino ha comunicato che non avrebbe fatto religione quest’anno, che era stato esonerato. La reazione della maestra è stata improntata dalla più profonda comprensione e Patasgurzo è stato costretto a restare in classe, e gli è stato comunicato che la mamma avrebbe dovuto recarsi in segreteria. Ancora? Ovviamente la furia materna si è precipitata in segreteria, dove l’esonero risultava registrato ed effettivo. La giustificazione del comportamento dell’insegnante è stata quella che i bambini dicono le bugie, quindi lei non poteva fidarsi. Ma andare un attimo in segreteria in una delle sue innumerevoli pause caffè???….Avere ben chiaro, dopo due anni, che Patasgurzo non è il tipo di bambino che si inventerebbe una storia simile (non è abbastanza furbo…piccolo mio!)?
Una volta verificata la situazione in segreteria, ho anche firmato un modulo per fare uscire il bambino dalla scuola durante le ore di religione, specificando per iscritto, che sarei andata a prenderlo dal momento che mi sarebbe stato comunicato l’orario definitivo ( non è pigrizia la mia, ma andare a scuola a caso per tutta la settimana non era nei miei piani…).
Oggi sono stata chiamata da una bidella infuriata che mi stava aspettando da mezz’ora e aveva in custodia mio figlio. Ovviamente stanno facendo un orario ridotto e a casa non è pervenuto alcun orario nè definitivo nè provvisorio.
Nel frattempo ho incontato la seccatissima insegnante di religione che mi ha detto che avrei dovuto comunicare a lei l’intenzione di esonerare Patasgurzo. Io le ho fatto presente che l’avevo cercata inutilmente negli ultimi due colloqui, ma ho , con vera pietà cristiana, omesso di ricordale che all’inizio dell’anno avrebbe dovuto andare in segreteria per farsi dare la lista dei bambini che facevano religione ( prassi che mi è stata comunicata in segreteria stessa).
Patasgurzo è esonerato, io sono esausta.

2 thoughts on “L’ESONERATO

  1. Ciao, ti scopro oggi.
    Anche da noi quest'anno le ore di religione in prima sono accorpate e, a volte, diventano addirittura 3 per colmare buchi… praticamente una mattinata intera sull'argomento!
    Ma la cosa peggiore è che, spesso, già negli anni passati, i bambini esonerati trascorrevano l'ora “alternativa” in classe, ascoltandosi di fatto tutta la lezione di religione, perché non c'erano maestre disponibili.
    Noi, per ora, non siamo esonerati, ma esausti e scoraggiati sì.
    A presto 🙂

    Mi piace

  2. la cosa mi fa sorridere perche' mi ricorda
    tutta la mia comprensione…
    un'altra vicenda successa a noi per il nostro primogenito… alla scuola materna noi abbiamo chiesto l'esonero dall'ora di religione per entrambi, volevo che vagliassero criticamente quanto viene detto all'ora di religione.
    Per i primi due anni hanno ignorato l'esonero, e a nostra insaputa, il nostro ha fatto religione con gli altri. Il terzo anno un altro maestro si e' impuntato per prendere in conto l'esonero, e la maestra di religione ci ha atteso all'uscio a scuola per farci il cazziatone. Robusto scambio di vedute, e poi l'esonero e' stato rispettato.
    E mio marito che rincarava la dose “e queste sono le vostre scuole della Repubblica?” ahahaha

    Mi piace

i tuoi commenti mi riempiono di gioia

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...