18 APRILE

Oggi Patamà avrebbe dovuto sveglirsi all’alba, dare un bacio leggero ai Patasgnaffi ancora dormienti, prendere la valigia e recarsi in ospedale. Lì l’avrebbero preparata con un grazioso abitino bianco, indecentemente aperto sulle terga, con abbinata romantica cuffietta, e l’avrebbero portata in sala operatoria per far nascere la nuova patasgnaffa. Oggi Patamà avrebbe dovuto sentire la piccola Patagnoma scalciare un ultima volta nella sua ormai enorme pancia, e poi avrebbe dovuto sentire per la prima volta la sua voce.
Invece niente è andato come previsto perchè la Patagnoma non è una che si fa dire le cose, e ha deciso di venire in questo mondo esattamente due settimane fa!