IL TRENO (DEI RICORDI)

Puoi passare davanti a un posto un’ infinità di volte e non succede nulla.
Poi all’improvviso sei lì che guidi tranquilla e quel luogo, appena superato in macchina, ti prende e ti porta via.
E ti trovi a scendere dal treno, un vestito a fiori stropicciato dal caldo. Il treno una scatola di latta arroventata dal sole, nuovo e già consunto.
Cammini lungo il binario, che il treno è molto più lungo della stazione. E all’improvviso lo vedi.
E’ sporco come non potevi immaginare fosse possibile. Marrone di terra, verde di prato, rosso di fragola, viola di pennarello. Dai calzoncini blu spuntano due gambotte, corte e cicce, che terminano in un paio di sandaletti con gli occhietti. La maglietta azzurra è forse ancora più sporca di lui.
E’ eccitato e felice, e non si sa  se perchè ha visto la mamma o il treno.
E’ estate, Patasgurzo, unico angelo del focolare, sta al lago con nonnaMi e Patamà fa avanti e indietro da Milano dove ha ancora un lavoro.
Un’altra vita. Un secolo fa.
Ed ecco che la strada ti richiama all’ordine, il cielo è grigio e una Patagnoma gorgheggia sul sedile posteriore.
Non credo di averle mai fatto vedere un treno….devo provvedere!

7 thoughts on “IL TRENO (DEI RICORDI)

  1. Da mamma mi viene da pensare che tuo figlio legge o leggerà questo tuo ricordo e ti amerà ancora di più, se è possibile, perchè hai saputo raccontare così bene tu e lui e la vita che passa. Io non ho un buon rapporto con mia mamma ma quando mi parla di come mi viveva quando ero piccola riesco a sentire tutto il calore di un amore che a volte stenta a farsi riconoscersi.

    Mi piace

  2. Beh,ne è passato di tempo direi… 😉 Mi hai fatto venire alla memoria le estati di bambina che passavo dai miei adorati nonni Billa….. eeeeeeh Bei tempi,tornerei indietro subitissimo!

    Mi piace

  3. Quando vuoi sai commuovermi!
    In questa foto vedo già il piccolo uomo che è ora. E nelle tue parole l'amore di una giovane mamma che diventerà una supermamma!
    Notte Gaia, quanta poesia hai nel cuore…
    Stefania (in pigiama sono più tenera, le borse m'innervosiscono il carattere)(ma non posso non amarle)

    Mi piace

i tuoi commenti mi riempiono di gioia

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...