FUNKY KINTSUGI

Tempo fa sono stata da FunkyTable, inutile dire che qualunque cosa ci fosse là dentro fosse assolutamente perfetta per la Patacasa, per dire, ci sono anche i tappeti di plastica. Ho lasciato il cuore su delle insegne luminose e me ne sono uscita con delle ciotole di latta e della colla.

kintsugi kit

Della colla? della colla, ma non della colla qualunque, della colla di chi ne sa, della colla di un popolo che ha alle spalle secoli di saggezza accumulata. Sto parlando dei giapponesi che le ciotole rotte da secoli le aggiustano con oro e resina avendo deciso che una rottura non è una cosa di per sé negativa, che può essere il punto di partenza di una rinascita, di un miglioramento. Il nuovo oggetto, ancora più bello e prezioso con le sue cicatrici d’oro porterà in sé memoria del passato e sarà ancora più bello, pronto per un futuro ancora più splendente.

Non è una cosa bellissima? Sono tornata a casa entusiasta, pronta ad andare dal mio solito mercatino delle pulci per comprare piatti da rompere in assoluta allegria.

Per fortuna ho aspettato. Nel giro di un mese nella Patacasa c’è stata un ecatombe, non abbiamo mai rotto tante cose cose in vita nostra. Per lo più abbiamo sofferto della pericolosissima e a quanto pare infettiva “sindrome delle mani di pasta frolla” (SMPF), ma un piatto in verità l’ho rotto io. Il primo in tutta la mia vita per un’attacco di rabbia profonda. Qui si tratta di capricci ripetuti e di una cosa che ancora ha una sigla ben più nota SPM.

abeautifulmess

A un certo punto i cocci rotti si accumulavano in una pigna così alta che quasi avevo paura ad usare il Kit e così ho lasciato passare il tempo.

tazza bianca rotta

E mi sono riammalata, come due anni fa, niente di grave, e fortunatamente sta volta l’ho preso in tempo, il Maledetto Trigemino, e così sono solo rimbesuita dai farmaci ma sto bene.

tazzina bianca rotta

Però per un breve momento ho temuto di andare in pezzi di nuovo. E allora ho guardato i cocci, ho guardato il kit e ho deciso che fosse venuto il momento….certo essendo completamente rincitrullita forse non è sta un’ottima idea, poteva venirne fuori un lavoro migliore, ma in questi giorni di scuole chiuse sono a casa con i grandi e loro ridono molto della loro mamma stonata. Queste cicatrici dorate irregolari e giganti, sbavate e sghembe gliele ricorderanno e rideremo di questi giorni appannati e pigri in cui vinco sempre a ruba mazzetto.

tazzina fiori capovolta ok

Ce lo ricorderà anche il video che doveva essere luminoso  e perfetto. Ma tu mettici una colla aperta da un’ora (bisogna essere veloci) una mamma molto sveglia, un operatore dodicenne con la ridarola e vabbeh, questo è quello che otterrete.

tazza azzurra 0k

Ho provato anche a rimettere insieme il piatto che avevo rotto ma probabilmente mancavano troppi pezzi e così ci ho fatto un quadro, anche questo dovrà servire da memento e si intitola “non far arrabbiare la mamma”.

mamma e piatto

È che nonostante tutto io mi sto divertendo, e non credo siano le medicine…..

Grazie di aver seguito questo post sconclusionato (l’ho già detto che sono rincitrullita?) fino a qui…erano mesi che lo covavo e doveva essere un post perfetto con luce accecante e fiori di pesco, ma la vita non è mai perfetta, è piena di meravigliose cicatrici dorate e per questo è bellissima

grazie di aver letto questo post

9 thoughts on “FUNKY KINTSUGI

  1. Adoro questo post e questa colla! Dorati con sfumature rosa come te. W le cicatrici dorate e i tuoi post che per 5 minuti mi fanno sempre sentire sospesa e leggera. P.S. “Non fare arrabbiare mamma” è una vera sciccheria!

    Mi piace

  2. Quanto mi piacciono i tuoi post! E quanto mi piace la tua ironia e soprattutto il tuo essere una mamma autentica, vera.
    Sei molto simile a me, anch’io con le mie figlie ho sempre cercato di mostrarmi per quello che sono, con pregi, difetti, debolezze e anche il non essere sempre adeguata!
    Credo sia importante per loro! Io ho avuto una mamma meravigliosa che adoro, ma che ha sempre negato e nascosto le sue debolezze… mi ha messo parecchio in difficoltà! Per tanto tempo mi sono sentita inadeguata e incapace di essere alla sua altezza!
    Ti faccio i miei complimenti per la tua arte e per essere una mamma vera e creativa allo stesso tempo!
    Cristina❤️👍🏼

    Mi piace

  3. Grazie a te per averlo scritto! Passare da te è sempre un piacere, un momento di poesia e leggerezza (nonostante il Trigemino che provoca dolori da urlo!)

    Mi piace

i tuoi commenti mi riempiono di gioia

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...