MUSTARD SOUP

La notte era ancora scura e il letto accogliente. Eppure quattro ragazze (chiamiamole così) eroicamente si sono messe in macchina per raggiungere l’areoporto. Patamà era tra loro anche se faceva finta di niente perchè ha paura di volare.
Nonostante l’ora, la paura e acciacchi vari però alle nove del mattino stavano già facendo colazione all’areoporto di Amsterdam.
La giornata è passata veloce, lavata dall’acqua e riempita di chiacchere. Hanno attraversato un mercato, curiosato in negozietti straripanti di meraviglie, incontrato una quinta ragazza (e questa un po’ più di loro) che aveva preso solo un treno.
La sera è arrivata veloce, quasi improvvisa e le luci bagnate erano struggenti e luminose.
Alle undici di sera la macchina passava tra i noti boschi e Patamà rientrava in una casa già silenziosa e addormentata.
La mattina dopo non era più tanto sicura fosse stato un bel sogno o fosse successo davvero. Ma nel cuore, tra le altre cose aveva ancora il gusto di una zuppa di senape…

Oggi fuori piove un mondo freddo, il brodo è pronto in frigo e quindi è venuto il momento di vedere i patasgnaffi che faccia fanno a mangiare la zuppa di senape!

Serve uno scalogno tagliato sottile, e un po’ di burro in cui farlo appassire. Io ci ho aggiunto anche mezza mela verde a piccoli pezzi.

Quando mela e scalogno sono diventati morbidi ho aggiunto quattro cucchiai di senape, 125 g di panna acida, 2 cucchiai di Philadelphia.

Intanto ho sciolto in un litro di brodo quattro cucchiai di farina e piano ho versato, mescolando, tutto nella pentola. La zuppa ha sobbollito piano per una ventina di minuti, Patagnoma affamata si è mangiata una pastina e io ho preparato i blinis. 

La zuppa è stata apprezzata, incredibilemente anche da Patasgnaffa, e a me è tornata già la voglia di una mini-irreale-fuga!

5 thoughts on “MUSTARD SOUP

  1. OK, mi sono segnata gli ingredienti. Putroppo la senape è di qualità molto scadente da queste parti, la mela verde per fortuna c'è, ma non ho il brodo buono e lo farò con il dado (orrore!!). Però adesso vado a fare la spesa e poi corro a casa afare questa zuppa 🙂
    Il fatto che qui ci siano 28 gradi è un dettaglio che cerco di ignorare…
    Il fatto che tu abbia preso un aereo invece non lo ignoro e mi fa sperare che un giorno ne prenderai un altro, ci starai qualche ora in più e finalmente verrai in Kenya!

    Mi piace

i tuoi commenti mi riempiono di gioia

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...