CLAFOUTIS

Da quando la Patacasa si è allargata una girandola continua di amici ha fatto capolino dalla sua porta.

E qui c’è poco da scherzare, ogni coppia di amici si porta dietro il suo bagaglio di figli e in men che non si dica la ventina si supera in un batter di ciglia. Ed è un continuo spuntare di gambette, gambotte e gambine. Principesse che rincorrono gnomi che rincorrono palline che rincorrono palle che rincorrono calciatori sudati. Sulle scale a chiocciola c’è un traffico che ci vorrebbe un vigile e i gatti si danno alla macchia.
Intanto i genitori sorseggiano vino, ridono e mangiano….mangiano un sacco!
Questa domenica due clafoutis hanno avuto vita molto breve e hanno entusiasmato tutta la famiglia. A tal punto che sorridendo Patapà stamattina mi ha allungato una tortiera con un cartoccio di uova e un sacchetto di ciliegie. Visto che sono molto arguta ho colto prontamente il messaggio subliminale intrinseco nel gesto e ho fatto il terzo clafoutis in due giorni!
Per prima cosa ho denocciolato le ciliegie. Vi conviene farlo senza Patasgnaffi intorno se non volete pulirne il triplo del necessario, e con uno scafandro per evitare di piangere poi sulla vostra nuova maglietta a righe.

Poi ho imburrato una tortiera bassa e l’ho spolverizzata con zucchero.

Ci ho sparpagliato sopra le ciliegie e mi sono accanita su tre uova che si son trovate senza guscio in una ciotola. Ho aggiunto 120 grammi di zucchero a velo vanigliato e ho sbattuto violentemente. In realtà lo ha fatto il frullino elettrico, ma io sono stata molto empatica.

Poi ho aggiunto 90 grammi di farina, 200 di latte e un paio di cucchiai di Brandy (ehm, abbondanti…).
Ho versato questo intruglio sulle ciliegie. Ogni volta che lo faccio mi viene in mente quella canzone della contadinella e delle teste insanguinate* e ho un sottile moto di piacevole orrore.

Dopo quarantacinque minuti in forno il clafuotis è pronto. E’ buonissimo tiepido con il gelato, ma non sono ancora riuscita a raggiungere la gelateria prima della sua totale e subitanea scomparsa….

* io son contadinella
alla campagna bella
se fossi una regina
sarei incoronata
ma son contadinella
mi tocca lavorar
e cinquecento cavalieri 
con la testa insanguinata
e con la spada sguainata
indovina cosa son
ma sono solo le ciliegie
sono solo le ciliegie
sono solo le ciliegie 
che raccolgo nel giardin
e tira tira tira
tira tira e molla 
e lascia andar…….

14 thoughts on “CLAFOUTIS

  1. Ma quella manina si prende il fiorellino o vorrebbe un'altra fetta di dolce? sembra buonissimo e poi le ricette minimo sbattimento-massimo rendimento sono le mie preferite!

    Mi piace

  2. Patagnam! Io adoro le ciliegie, così tanto che devo starci attenta, dopo l'indigestione …. 🙂
    Questa ricetta sembra così facile, magari ci riesco anche io!
    Serena

    Mi piace

i tuoi commenti mi riempiono di gioia

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...