LOVE CLOGS

Chi mi segue sul blog conosce la mia debolezza per le stuoie di plastica. Pensavo fosse una cosa grave, ma non sapevo che poteva esserci di peggio. Infatti chi mi segue su Instagram ( chi non lo fa scatterà solo foto con il pollicione davanti ) sa che ho un’altra dipendenza, ben più grave.

Sto parlando di zoccoli. Zoccoli nella loro forma più classica, che fanno un baccano pazzesco quando cammini, che ti fanno sentire come Cenerentola. Perché Cenerentola la scarpetta di cristallo l’ha messa una sera solo, non scordiamocelo ( non puntualizzate che nel film indossa Porselli e lasciatemi la licenza poetica).

IMG_2427

Ma l’universo zoccoli, una volta che lo scopri è più infinito di quello della Marvel e trovi di tutto. Da quello piatto, a quello taccatissimo, da quello chiuso a quello aperto, da quello senza cinturino che risuona fino all’infinito e oltre, a quello con il cinturino. Ci sono cinturini spessi, cinturini sottili e ci sono cinturini intrecciati. E soprattutto ci sono colori, tanti e bellissimi.

IMG_2618

IMG_2522

Ci sono zoccoli che sono zoccoli, zoccoli che sono sandali e zoccoli che sono pure stivali, perché gli zoccoli sono tipi versatili.

IMG_2616

IMG_2460

A vederli così tutti di un pezzo e di legno potresti anche pensare che siano scomodi, ma devi solo avere coraggio, provarli e capire che non ne puoi fare a meno. Anzi, se ti applichi scoprirai anche che più tacco hanno più sono comodi.

IMG_2558

Quando imparerai a conoscerli scoprirai che li puoi mettere tutto l’anno, e non solo perché sono sia aperti che chiusi, ma anche perché con i calzini stanno benissimo. E lo giuro, nonostante io abbia un insana passione per il cappuccino anche di pomeriggio, ho i capelli biondi, mando in giro i bambini svestiti e ceniamo alle sette,  non sono tedesca.

IMG_2584

E allora inizierai anche a coltivare un insana passione per i calzini più strani perché si sa che un vizio tira l’altro, come i cioccolatini in una scatola dorata o le ciliegie appese a un albero.

image

Capirete bene che quando SwedishHasbeens e HappySocks hanno indetto un concorso su Instagram non ho potuto resistere. Questo post è per chiedervi scusa per aver mostrato così spesso i miei piedi.

IMG_2495

Forse un giorno deciderò che questa mia dipendenza è patologica e vi porrò rimedio, sicuramente non sono ancora pronta!

IMG_2617

Se volete monitorare la mia follia potete farlo qui!

ROTOLINI DI FELICITÀ

Non sono quelli che si formano intorno ai polsi dei bebè, quelli che se sei fortunata devi alzare e pulire di tanto in tanto, perché il tuo piccolo è una magnifica palla di burro. Questi rotolini sono la felicità, non lo si può negare. Ma ci anche sono altri rotolini, colorati e appiccicosi che ti fanno risvoltare in su gli angoli della bocca, sono i Washi Tape.

Io credo di averci fatto più o meno ogni cosa, dai pacchetti regalo alle lampade. Ci ho decorato tavole, finestre e mobili. Non mi ci sono ancora fatta un vestito, ma in fondo non si sa mai.

Ma c’è chi ci ha fatto molte più cose di me, ci ha addirittura fatto un lavoro. Erano giorni che volevo partecipare al contest di Anabella, ma come al solito mi sono ridotta all’ultimo minuto, quando una nuvola ha oscurato il sole e le bambine volevano la merenda.

Ma pazienza, le cose tenute su con lo scotch sono le migliori. Anche le mie palpebre sono tenute su con del nastro adesivo, ma io mi godo la notte fonda, la casa silenziosa, il tempo per me. Se qualcuno spiegasse a Lisa, la Patagatta, che riuscirei a scrivere meglio se lei non si sdraiasse tra me e la tastiera sarebbe un momento quasi perfetto. Anche perché ho mangiato ciliegie. Vi lascio questo post sconclusionato e vi auguro una buona notte. Fuori c’è un cielo stellato e ogni astro è tenuto su da un piccolo pezzo di nastro adesivo colorato, lo vedete?

con questa foto partecipo al contest di My Washi Tape