IMPULSO

Avrei un sacco di cose da fare. Un paio di progetti da portare avanti, un bucato da stendere, letti da rifare, un frigo in cui si sente l’eco, tre figli (ma siamo sicuri, davvero?). Invece sta notte la mia mente ha collegato il tavolino ovale che se ne sta tutto solo nella casetta in fondo al giardino, e lo spazio vuoto davanti alle finestra della sala. E oggi non pioveva, Patagnoma era al nido per tutta la mattina e il pennello aveva una voce suadente. E niente, ho ceduto all’impulso….